Prima casa

Immobiliare dei Parchi agenzia immobiliare genova nervi Prima casa

Prima casa

AGEVOLAZIONI ACQUISTO PRIMA CASA

aggiornato al 01.01.2014

 

Istituite a partire dal 1982 dal governo italiano per favorire l’acquisto di immobili ad uso abitativo, le agevolazioni sulla prima casa sono un utile strumento di risparmio a disposizione dell’acquirente.
Di seguito trovate le indicazioni complete e aggiornate al 1° GENNAIO 2014.
 

Chi ha diritto alle agevolazioni “prima casa”
 

Per poter usufruire delle agevolazioni “prima casa” l’acquirente deve avere i seguenti requisiti di massima:

1) non essere in possesso di altro immobile già acquistato con le agevolazioni “prima casa”;

2) non essere proprietario esclusivo (o in comunione con il coniuge) di altra abitazione nello stesso comune in cui è situato l’immobile che sta acquistando;

3) avere la residenza nel comune, oppure dichiarare nell’atto di acquisto di voler stabilire entro 18 mesi la residenza nel comune in cui è situato l’immobile che sta acquistando.

Pertanto l’ottenimento delle agevolazioni “prima casa” non è vincolato al fatto che l’immobile acquistato diventi l’abitazione principale dell’acquirente.
Può infatti essere acquistata con le agevolazioni “prima casa” anche un’abitazione
affittata o da affittarsi dopo l’acquisto.

Le agevolazioni prima casa sono sempre riconosciute, a prescindere dalla metratura e dalla finiture, per le seguenti categorie:


- abitazioni di tipo civile cat A2
- abitazioni di tipo economico cat. A3
- abitazioni di tipo popolare cat. A4
- abitazioni di tipo ultrapopolare cat. A5
- abitazioni di tipo rurale cat.A6
- abitazioni in villini cat. A7
- abitazioni ed alloggi tipici dei luoghi cat. A11

 

 


Potrà usufruire delle agevolazioni anche chi decide di ampliare il proprio immobile, acquistando un altro che sia adiacente al primo.
Le agevolazioni infatti valgono anche per le metrature superiori ai 240 metri, purché rientri nella categoria giusta.

L’agevolazione prima casa non riguarda le abitazioni classificate “di lusso”, a prescindere dai requisiti dell’acquirente. Per abitazioni di lusso, che non godono delle agevolazioni prima casa, si intendono gli immobili ad uso abitativo appartenenti alle categorie catastali A/1 abitazioni di tipo signorile –A/8 ville – A/9 castelli/palazzi).
Il proprietario o comproprietario di un’abitazione può usufruire delle agevolazioni “prima casa” quando sta per acquistarne un’altra?
Occorre distinguere diversi casi.

1) L’agevolazione spetta se la proprietà dell’immobile è pervenuta a titolo gratuito (come avviene in caso di eredità), ad eccezione del caso al punto 2. b) di seguito descritto.

2) Non spetta invece se l’acquirente è:

a) già proprietario o comproprietario di un immobile, o anche di una porzione di immobile acquistato in tutto il territorio nazionale con l’agevolazione “prima casa”;

b) già proprietario esclusivo o in comunione con il coniuge di abitazione nel medesimo comune.
 

Unica eccezione la troviamo quando il comproprietario di una porzione di immobile, acquistato con l’agevolazione “prima casa”, incrementa la sua quota acquistando un’ulteriore quota dello stesso immobile: ad esempio, se un comproprietario al 50%
acquista l’ulteriore 50% della casa. Solo in questo caso è possibile usufruire dell’aliquota ridotta.


Come e quando si richiedono?


Le agevolazioni prima casa si richiedono direttamente e semplicemente al notaio, durante il rogito per l’acquisto.